serry sod billy joel illustrator

Serry’s song of the day: Scenes from an Italian Restaurant – Billy Joel

Il diventare adulti può essere riassunto con una frase che mi disse mio zio quando compii diciotto anni: “Stai attento: domani ti alzerai e avrai sessant’anni.”.

Dopo tanto tempo, ho finalmente compreso quanto fosse veritiero e poco ironico quel messaggio: dopo l’adolescenza il tempo passa così velocemente che non tieni più conto degli attimi della tua vita perché sei troppo impegnato a preoccuparti di cosa vuoi realizzare negli anni successivi.

billy joel giovane bianco e nero

Tuttavia, un giorno ti svegli, respiri e realizzi di quante cose importanti siano successe negli ultimi cinque anni della tua vita, volate via in un batter di ciglia.

Quante emozioni, quanti passi in avanti e indietro, quante scelte giuste e sbagliate hai compiuto.

Quante scorciatoie avresti potuto prendere, se solo avessi saputo come sarebbe andata a finire. E, di colpo, ti accorgi che non puoi più permetterti di sprecare tempo a pensare a cosa vuoi raggiungere, tirando le somme di tutte le esperienze per riprendere in mano la tua vita: è il compromesso mentale della maturità improvvisa.

La canzone di questa settimana riflette sull’inesorabile passare del tempo attraverso l’epopea di una giovane coppia: gli accordi selvaggi di Billy Joel accompagnano la narrazione dell’inizio e della fine di un amore, visto dal punto di vista di un uomo seduto in un ristorante che negli anni vede l’evolversi della relazione in brevi frammenti di vita.

Scenes è una mini pop opera, la Bohemian Rhapsody e la Jungleland di Billy Joel: l’artista sublima tutta l’estetica americana in una pastorale musicale: la vita da teenager, accompagnata da una dolce ed energica melodia pianistica, viene interrotta da una brusca frenata melodica che lascia spazio alla sola sezione ritmica: è l’età adulta in musica, la fine dell’innocenza, l’inizio dei problemi e il dissiparsi della magia del sogno americano e del mito del “realizzarsi nella vita”. La fine dell’amore che sembra bloccare l’individualità e impedire ai due ormai ex amanti di realizzarsi.

Ma, come in tutte le storie di vita, i nostri protagonisti si rendono conto solo alla fine di aver sprecato gli attimi vissuti insieme per rincorrere un falso ideale: il vero sogno americano non è il premio finale e l’aspettativa che ovatta l’esistenza, ma il viaggio fatto di attimi.

E così, imparano la lezione più importante di tutte: l’emozione del presente è sempre preferibile ad un futuro di incertezze

Da ascoltare per ricordarsi che crescere non è poi così sconvolgente, se continui a percepire ciò che hai intorno.

ABBINAMENTI

Film Consigliato: Blue Valentine

Libro Consigliato: Pastorale Americana

Drink Consigliato: Unicum con ghiaccio