Serry’s song of the day: Brain Damage/Eclipse – Pink Floyd

Chi crede nell’astrologia sa bene che c’è una connessione mistica tra gli oggetti celesti, i fenomeni universali e l’emotività caratteriale delle persone. Mentre i più scettici si lamentano dell’amalgama tra pseudo-scienza e connessioni universali, alcuni notano delle forti relazioni tra pazzia e curiosità verso il mistero astrale.

Che si voglia credere o no alle stelle, di sicuro possiamo concordare sulla forte propensione dell’uomo verso ciò che sta al di fuori del proprio io: il fascino dell’universo porta a pensieri avventurosi e nichilistici.

E’ possibile che l’enormità del proprio ego sia paradossalmente il nulla rispetto all’infinità di ciò che esiste al di fuori dal proprio guscio d’anima? Ponendosi questa domanda, in tanti hanno scoperto la verità nichilista della piccolezza dell’umanità rispetto al tutto, arrivando alla follia (vi ricordate di Nietzsche a Syd Barrett?).

I Pink Floyd hanno provato a mettere in musica tutto lo spettro delle emozioni e delle connessioni astrali umane, nel progetto musicale più famoso di sempre, districandosi tra rabbia, amore, vecchiaia, cupidigia e morte.

Ma, se proprio dobbiamo scegliere in mezzo alla perfezione di Dark Side of the Moon, noteremo un nostalgico richiamo alla follia portata dal nichilismo stellare nei due pezzi che chiudono l’album. Un omaggio al folletto psichedelico, ex frontman e amico Syd, ritiratosi dal mondo per prendersi cura della propria mente annegata nell’infinito degli astri (e dell’LSD).

E, come dichiara Roger Waters, nonostante il lunatico balli ancora nelle sua testa per ricordargli la fine che si può fare ad impicciarsi del lato oscuro della luna, non dobbiamo scordarci che l’essenza della vita stessa può essere considerata l’osare proiettarsi verso l’ignoto.

Perché i pazzi sono gli eroi che hanno provato a spingersi al di là della comprensione umana.

Da ascoltare per ricordarsi che uscire dalla propria comfort zone può essere l’unico modo per trovare le stelle

ABBINAMENTI

Film Consigliato: 2001 Odissea nello Spazio

Libro Consigliato: Dune

Drink Consigliato: Campari ghiacciato con mezzo Xanax